BIO FF

Da piccola ero solita rifugiarmi nelle mie fantasie colorate per sfuggire al mondo dei grandi che non mi divertiva, guardavo fuori dalla finestra di camera mia e mi ripetevo “ io voglio essere felice, voglio essere felice, ma di che colore è la felicità?”

 

Oggi più che mai, credo nel potere che l'immaginazione e l'arte hanno di plasmare il mondo; friggere la pesante, negare la geometria, volare senza ali, bere l'infinito, dare la precedenza alle formiche, far ridere una montagna.

Sono una "giovane" artista, così mi considero; da comunicatore ed esperta in pubbliche relazioni, da quattro anni mi dedico a tempo pieno alla mia crescita artistica. 

Ho sempre detto a me stessa che se fossi rinata un giorno avrei fatto la fotografa contemporanea; poi mi sono detta : ”perchè aspettare di andare nell’aldilà per realizzare il sogno di una vita?”; quindi ha deciso di mettermi in gioco, ho lasciato il lavoro e grazie agli studi presso il Master biennale di Alta Formazione dell'Immagine Contemporanea promosso dalla Fondazione Fotografia Modena, ho scoperto un mondo, con lo stessa meraviglia e stupore che si ha con la prima immersione subacquea.

 

Sento la  necessità di  spaziare nella fantasia , nella immaginazione, nella “ possibilità” del tutto. A volte mi perdo per la vastità di possibilità che questo mondo offre, ma poi concretamente mi ridimensiono e godo di tutta la fortuna che mi circonda. La mia fotografia è frutto esatto di ciò che sono: ricerco modalità per espandermi , per sorprendermi, per esplorare , per reinventare, ampliare e condividere spazi di questa vita, che breve , necessita di totale pienezza ed espansione. ll mezzo fotografico permette di oltrepassare i limiti e confini , arricchisce la mia ricerca costante del “piacere” . 

Ho partecipato a diverse mostre fotografiche ed è stata una vera emozione, non solo per la soddisfazione dei lavoro presentati, ma per essere stata capace di sorprendermi e di sorprendere. 

Amo le avventure, l’incoscienza, le novità, le creatività.

Oggi il mio lavoro artistico, sintetizza questa curiosità, una continua ricerca di sperimentazioni e nuovi linguaggi narrativi. Attraverso la mia fotografia e video, mi reinvento, nutro la mente e soprattutto di rassicuro ; miei “tuffi”nell’aria, nell’acqua o attraverso i muri esplorano quella linea sottile che esiste tra il reale e il “surreale” della mente; ricodifico luoghi e spazi, dando loro nuovi codici visivi, ricostruisco nella mia fotografia digitale e video, nuovi mondi possibili utilizzando la sorpresa, i colori, la poesia, la geometria.
Reinterpreto e riscrivo la fotografia del reale attraverso proiezioni e interferenze; , tento di “dare forma” al mio pensiero positivo e far diventare reali i miei sogni. I miei progetti artistici non potrebbero infatti esistere senza trasporto affettivo da cui parte il mio pensiero creativo; questo nuovo narrare, questa scoperta continua di luoghi onirici, positivi e “ fatti su misura” mi rassicura.

Non utilizzo cornici ;  stampo solitamente digitale monofacciale su pannelli in metacrilato estruso plexiglass, bianco opalino o trasparente, in spessori da 3 e 5 mm+D-Bound con distanziali sul retro;   prediligo grandi formati

Vivo a Modena e in viaggio, sono volontaria internazionale certificata , come fotografa e videomaker per la Fondazione Pistorio Foundation; amo viaggiare, ho visitato 48 paesi e spero di fare un giorno il giro del mondo; considero la mia macchina fotografica la mia migliore Amica. 

PROGETTI CONTEMPORANEI : Garden Of Mind ( 2018)  Matter of Necessity ( 2018)  Città dell’erba ( 2017) 

A LATO ( 2016/ 2017 )   Sfera Imperfetta ( 2016)  DIALOGO ( 2016-2018) Soavità ( 2017)  Attraverso ( 2015 )